Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il Venezuela
nella morsa della fame

· ​Aumenta il numero delle persone malnutrite a causa della crisi economica ·

La fame sta dilagando in Venezuela, paese latinoamericano colpito da una gravissima crisi politica ed economica. A denunciarlo, in un recente rapporto, è la Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura). A conclusione della conferenza regionale in Giamaica, il direttore generale, José Graziano da Silva, ha spiegato che «l’insicurezza alimentare del paese sudamericano è aumentata tanto nel 2016 quanto, secondo i dati preliminari, lo scorso anno».

Tra il 2014 e il 2016 il tredici per cento della popolazione venezuelana ha sofferto la fame, con un aumento di 3,9 punti percentuali, ovvero 1,3 milioni di persone in più rispetto al triennio precedente, secondo le cifre rese note dall’organizzazione. Da Silva ha puntato l’indice contro il forte aumento dell’inflazione. «Quando un paese con un’economia di mercato affronta questo fenomeno perde la sensibilità ai prezzi, la valuta nazionale perde valore e la gente pretende di disfarsene acquistando prodotti» ha detto da Silva ai giornalisti, aggiungendo che «in Venezuela la moneta non ha più valore».

In merito al sistema del governo per il controllo dei prezzi, da Silva si è limitato a dire che quella venezuelana è «un’economia totalmente controllata e difficilmente efficiente», data la difficoltà a importare prodotti e controllare la loro distribuzione effettiva senza un sistema di prezzi. Occorre — ha aggiunto — una soluzione politica della crisi per ridare fiducia alla popolazione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

10 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE