Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per portare il Vangelo nei nuovi areopaghi

· Il cardinale Filoni in Brasile parla ai vescovi di concilio e missione ·

La necessità di rivedere i canoni della formazione per la missione ad gentes in un contesto multireligioso e multiculturale come l’attuale è stata sottolineata dal cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, durante il corso per i vescovi promosso a cinquant’anni dal concilio Vaticano II, che, iniziato lunedì 3 febbraio a Rio de Janeiro, si concluderà venerdì 7.

La giornata di martedì 4 è stata inaugurata dall’articolata relazione del cardinale Filoni, il quale ha riproposto l’insegnamento conciliare sulla dimensione missionaria della Chiesa. Dopo aver ribadito il senso della missione ad intra e di quella ad gentes, il porporato si è soffermato in modo particolare sull’annuncio da portare alle genti di tutti il mondo. La missione, ha detto tra l’altro, nasce dal desiderio di comunione, «in quanto la struttura fondamentale dell’uomo è già in se stessa comunionale. Del resto «la Chiesa è nata come comunione».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE