Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il valore universale della famiglia

«Nella società di oggi c'è un grande bisogno di riscoprire il significato e il fine del matrimonio e l'importanza della famiglia». È quanto ha dichiarato la direttrice della Commissione per l'ecumenismo e le relazioni interconfessionali dell'arcidiocesi di Sydney — una religiosa  che ha scelto il nome di   suor Giovanni Farquer — in merito al dibattito politico sul matrimonio in Australia.

«La famiglia — ha spiegato la religiosa — è il luogo dove la vita è accolta e nutrita come un dono, dove i bambini possono  crescere nella piena conoscenza e nell'esperienza della loro  umanità e nella loro vocazione  ad amare Dio e gli altri». La religiosa   cita  Benedetto XVI quando afferma che «La famiglia fondata sul matrimonio costituisce un “patrimonio dell'umanità”, un'istituzione sociale fondamentale; è la cellula vitale e il pilastro della società e questo interessa credenti e non credenti». Con la legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso al centro dell'agenda politica australiana e la possibilità di adottare legalmente i bambini, il concetto tradizionale del matrimonio e della famiglia, e la sua importanza nella creazione di una società ben funzionante e stabile viene di fatto  ignorato nel dibattito pubblico. «La forza e la libertà della nostra società sono state costruite sulla famiglia, sull'amore fedele e fecondo delle coppie sposate, benedette, incoraggiate e confermate dalle nostre fedi», sottolinea la suora, la quale crede che «una delle eredità comuni a tutte e tre le grandi fede abramitiche, ebraismo, islam e cristianesimo, è il significato permanente e la natura del matrimonio e della famiglia. Il matrimonio come unione tra un uomo e una donna — ha proseguito — è una verità naturale e profondamente umana, ma una verità che viene compresa in maniera più ampia  alla luce della fede».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE