Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il valore
della democrazia

· Nota dei vescovi brasiliani sulla situazione politica del paese ·

Aparecida, 6. Occorre riformare in profondità il sistema politico per realizzare una società fondata sul pieno rispetto della dignità umana. È quanto chiedono i vescovi del Brasile che a conclusione della loro plenaria, svoltasi dal 26 aprile al 5 maggio ad Aparecida, nello stato di San Paolo, hanno diffuso una nota sulla difficile situazione sociale del paese. 

Solo pochi giorni fa, mentre erano in corso i lavori dell’assemblea, il Brasile è stato infatti paralizzato da uno sciopero generale, il primo dopo 21 anni, proclamato a seguito dell’approvazione da parte del Congresso della legge che riforma il mondo del lavoro, cancella lo statuto dei lavoratori e innalza l’età pensionabile. Una mobilitazione a cui i vescovi hanno da subito, con una nota, già espresso aperta vicinanza manifestando forte preoccupazione per l’attuale congiuntura. 

Una preoccupazione ribadita e sottolineata con rinnovato vigore anche al termine dell’assemblea con un documento presentato alla stampa dal presidente dell’episcopato, il cardinale arcivescovo di Brasília, Sérgio da Rocha. La Conferenza episcopale brasiliana, si legge nella nota, «sente il dovere, ancora una volta, di presentare alla società brasiliana le proprie riflessioni e apprensioni di fronte alla delicata congiuntura politica, economica e sociale che sta vivendo il Brasile. Non compete alla Chiesa presentare soluzioni tecniche per i gravi problemi che il paese sta vivendo, ma offrire al popolo brasiliano la luce del Vangelo» per la costruzione di una società fondata sulla dignità della persona umana.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE