Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il terrore
scuote la Nigeria

· ​Centinaia le vittime di Boko Haram ·

Ancora stragi, ancora orrori in Nigeria. Nelle ultime ore, centinaia di persone sono morte in attacchi riconducibili al gruppo terroristico di matrice islamica Boko Haram. 

Donne e bambini in fuga da un villaggio dato alle fiamme dai terroristi (Afp)

 Due bombe sono esplose in un’affollata moschea a Jos uccidendo almeno cinquanta persone. L’ordigno è deflagrato nella moschea Yantaya mentre il predicatore invitava alla coesistenza pacifica tra religioni.

Ieri, un’estremista islamica si è invece fatta esplodere in una chiesa evangelica a Potiskum, la città più grande dello Stato nord-orientale di Yobe, uccidendo cinque fedeli che partecipavano alla messa domenicale. Appena tre giorni prima, nella stessa area, i terroristi avevano dato alle fiamme trentadue chiese e oltre trecento abitazioni. Altre vittime civili sono state registrate in alcuni villaggi dello Stato di Borno, presi di mira dai fondamentalisti islamici. Il presidente, Muhammadu Buhari, ha definito «barbarie» gli attentati, sottolineando la necessità di una forza multinazionale allargata per scongiurare la minaccia del terrorismo islamico.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE