Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il santo che rende possibile
l’impossibile

· Udienza agli oblati di San Giuseppe ·

L’invito a «riprodurre nella vita e nell’apostolato l’ideale di servizio» di Giuseppe, il santo che «rende possibile le cose impossibili», è stato rivolto dal Papa ai partecipanti al capitolo generale dei giuseppini di Asti. Ricevendoli nella mattina del 31 agosto, nella Sala del Concistoro, il Pontefice li ha esortati a «essere nel mondo testimoni di un peculiare messaggio, di una consolante buona notizia: che cioè Dio si serve di tutti, in preferenza dei più piccoli e umanamente sprovveduti, per impiantare e far crescere il suo regno». Ricordando che «i nostri sono tempi di dilagante relativismo che mina alla base l’edificio della fede e spoglia di significato l’idea stessa di fedeltà cristiana», Francesco ha chiesto loro di essere «testimoni di amore e di fedeltà a Cristo e alla sua Chiesa».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE