Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il premier giapponese si azzera lo stipendio

· Fino alla soluzione della crisi nucleare ·

Il primo ministro giapponese, Naoto Kan, ha annunciato martedì 10 che rinuncerà al suo stipendio finché perdurerà la crisi nucleare provocata dall’incidente alla centrale di Fukushima dell’11 marzo scorso. Secondo Kan, la responsabilità di non aver evitato l’incidente è tanto della Tepco, la società privata che gestisce le centrali nucleari in Giappone, quanto del Governo che ha puntato sull’energia nucleare come strategia nazionale. Kan ha aggiunto che per il Giappone è necessario «fermarsi un momento e rivedere da capo» le politiche energetiche previste in materia di nucleare e realizzare una società basata sul risparmio energetico e sull’utilizzo delle energie pulite come quelle eolica, solare e da biomassa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE