Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il potere
è temporaneo

· Il cardinale Tagle per la festa del Nazareno nero nelle Filippine ·

Manila, 9. «La vita non si poggia sul potere. Siamo nati privi di potere, e anche quando moriremo non ne potremo disporre. Per questo dobbiamo cercare di essere uno strumento di vita per gli altri»: è quanto ha affermato il cardinale Luis Antonio G. Tagle, arcivescovo di Manila e presidente di Caritas Internationalis, durante la messa di mezzanotte celebrata in occasione della tradizionale processione della statua in legno del Cristo (Nazareno nero) che si è svolta lunedì scorso per le vie del centro della capitale filippina. Durante l’omelia il porporato ha denunciato l’avidità e la fame di potere nel mondo, ammonendo che «dimenticare l’importanza di servire Dio significa andare verso un falso cammino». Ogni anno, la traslazione della scultura sacra dal suo sito originario, la chiesa di San Nicola da Tolentino, alla parrocchia di Quiapo, conclude la novena (31 dicembre - 9 gennaio) e vede la partecipazione di milioni di fedeli raccolti in preghiera, per chiedere una grazia o un miracolo personale. Alla celebrazione presieduta dal cardinale Tagle, oltre a numerosi sacerdoti e vescovi provenienti da diverse diocesi dell’arcipelago, era presente anche il nunzio apostolico nelle Filippine, arcivescovo Gabriele Giordano Caccia.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

07 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE