Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il poliedro
e le periferie urbane

· L’assoluta necessità di ridare spazio alla vita comunitaria ·

L'architetto Paolo Portoghesi ricostruisce il processo di crescita delle città, negli ultimi settanta anni, che in quasi tutte le parti del mondo si è manifestato nello stesso modo: la produzione di “periferia”, parola che significa appunto costruire intorno e nel caso delle città significa circondare la città esistente fino a chiuderla in un anello continuo che le impedisce di respirare. All’inizio della battaglia per il rinnovamento del linguaggio architettonico Pugin scrisse, nel 1836, un libro intitolato Contrasts in cui metteva a confronto l’immagine della città medievale con quella che la stessa città aveva assunto dopo la prima rivoluzione industriale. Da una parte un organismo leggibile che privilegiava le funzioni collettive, il municipio, la cattedrale, l’ospedale; dall’altra un panorama confuso in cui le fabbriche e i casermoni residenziali alterano gli equilibri e nascondono i simboli della organizzazione sociale.

Da allora diverse rivoluzioni industriali si sono succedute, fino a quella ultima della finanza industriale, inscindibile dalla crisi economica che stiamo vivendo. La città è rimasta però più o meno quella descritta da Pugin, un ammasso di strutture edilizie che più che a un organismo vivente somiglia a un deposito di parti eterogenee, con una zona in cui si concentrano i servizi pubblici. Per di più le periferie sono diventate il luogo della “globalizzazione” forzata perché presentano in ogni parte del mondo, con lievi differenze dettate dal clima, le stesse tipologie, gli stessi modelli, lo stesso linguaggio che cancella ogni rapporto con le tradizioni locali.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE