Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il pianto del cuore per i morti di Lampedusa

· All’Angelus il Pontefice parla del pellegrinaggio ad Assisi e invita a pregare per le vittime della sciagura ·

«Lasciamo piangere il nostro cuore. Preghiamo in silenzio». Lo sdegno per la vergogna suscitata dalla tragedia di Lampedusa ha lasciato spazio alla preghiera ieri, domenica 6 ottobre, nelle parole di Papa Francesco. Dopo la recita dell’Angelus infatti il Pontefice ha chiesto ai fedeli presenti in piazza San Pietro di «ricordare le persone che hanno perso la vita a Lampedusa, giovedì scorso. Preghiamo tutti in silenzio per questi fratelli e sorelle nostri: donne, uomini, bambini... ».

In precedenza il Santo Padre aveva voluto «rendere grazie a Dio» per la visita compiuta venerdì 4 ad Assisi». «Pensate — ha confidato — che era la prima volta che mi recavo ad Assisi ed è stato un grande dono fare questo pellegrinaggio proprio nella festa di san Francesco. Ringrazio il popolo di Assisi per la calda accoglienza: grazie tante».

Poi, commentando il brano evangelico della liturgia della XXVII domenica del tempo ordinario, ha ricordato che «basta avere una fede piccola, ma vera, sincera, per fare cose umanamente impossibili, impensabili». Tutti «conosciamo persone semplici, umili, ma — ha proseguito — con una fede fortissima, che davvero spostano le montagne! Pensiamo, per esempio, a certe mamme e papà che affrontano situazioni molto pesanti; o a certi malati, anche gravissimi, che trasmettono serenità a chi li va a trovare».

Un pensiero infine il Papa ha dedicato ai missionari «che per portare il Vangelo hanno superato ostacoli di ogni tipo, hanno dato veramente la vita».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE