Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il piano Casa Italia
convince Merkel alla flessibilità

· ​Vasco Errani nominato Commissario straordinario per il post-terremoto ·

Vasco Errani è stato nominato commissario straordinario del Governo per la ricostruzione nei territori colpiti dal terremoto del 24 agosto scorso. Intanto, tra gli interventi sul terreno c’è il recupero della storica sindone di Arquata. Errani ha alle spalle l’esperienza maturata pochi anni fa quale commissario delegato per l’attuazione degli interventi sui territori emiliani, che sono stati colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012. Il commissario, riferendo direttamente al presidente del Consiglio, opererà in coordinamento con le amministrazioni statali e locali e, in particolare, in stretto contatto con l’Autorità nazionale anticorruzione, per definire piani, programmi e risorse necessarie a ricostruire edifici pubblici e privati ed infrastrutture. Nella sua prima conferenza stampa, Errani ha fatto sapere di recarsi «immediatamente nei paesi colpiti e di avere bisogno al massimo di quattro settimane per definire i contenuti del prossimo decreto». 

Vigili del fuoco ad Amatrice (Ansa)

Sul fronte delle indagini su presunte irregolarità nei lavori di alcuni stabili, questa mattina nella Procura di Rieti si sono riuniti il procuratore capo, Giuseppe Saieva, i suoi magistrati e le forze di polizia giudiziaria coinvolte nell'inchiesta. Sotto esame in particolare sembra ci siano 21 appalti pubblici, inclusi quello della scuola e dell'ospedale di Amatrice. Si indaga soprattutto sulle consulenze che risulta abbiano assorbito la metà dei fondi erogati per la messa in sicurezza degli edifici. E per acquisire i documenti, continuano le perquisizioni nella sede della Regione Lazio, la Provincia di Rieti, il Genio civile, il consorzio appaltatore e le ditte che hanno eseguito i lavori di ristrutturazione della scuola di Amatrice. Ad intervenire è il Nucleo speciale anticorruzione delle Fiamme gialle insieme ai Nuclei di polizia tributaria di Rieti, Torino e Bari.
Intanto, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha ottenuto l’appoggio della Germania nella sua richiesta di flessibilità all’Europa, che riguarda anche i lavori del post terremoto. Il Cancelliere tedesco Angela Merkel, che è stata ricevuta ieri a Maranello, sede della Ferrari nel nord Italia, per la prima volta si è detta disponibile a parlare di flessibilità. Lo ha fatto proprio in relazione al progetto Casa Italia.
Per il piano di prevenzione sismica in Italia, il Governo sta studiando investimenti da almeno 2 miliardi all'anno per 15-20 anni.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE