Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il patriarca ecumenico a Bologna

Il patriarca ecumenico, arcivescovo di Costantinopoli, è a Bologna per una visita di tre giorni (13-15 settembre) durante la quale parteciperà a una serie di incontri e celebrazioni. Dopo la cena informale, ieri sera, con i sacerdoti ortodossi e cattolici, nella mattinata di oggi, mercoledì 13, ha offerto una meditazione sullo Spirito santo nel mistero della liturgia della Chiesa nella cappella del seminario arcivescovile dove si sta svolgendo la tre giorni del clero. Ha poi visitato la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII, mentre, nel pomeriggio, presso l’assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, tiene la lectio magistralis dal titolo «Salvaguardia dell’ambiente, salvaguardia della vita», che pubblichiamo quasi per intero. In serata il patriarca celebrerà il vespro nella chiesa greco-ortodossa di San Demetrio e incontrerà i fedeli ortodossi di Bologna. Il 14 settembre, giorno in cui cattolici e ortodossi festeggiano l’Esaltazione della santa croce, presiederà la divina liturgia nella cattedrale di San Pietro alla presenza dell’arcivescovo Matteo Maria Zuppi e dei sacerdoti della diocesi. Dopo una visita informale al monastero di Monte Sole, in serata, presso la parrocchia del Corpus Domini, l’arcivescovo di Costantinopoli incontrerà i fedeli bolognesi del vicariato e di varie comunità, con un piccolo momento conviviale. Infine, il 15 settembre, il primate ortodosso si recherà al liceo Malpighi per incontrarsi con docenti e studenti in occasione dell’inizio dell’anno scolastico. È la seconda volta che il patriarca ecumenico visita la diocesi di Bologna dopo che nel 2005 era stato accolto dall’allora arcivescovo Carlo Caffarra e aveva celebrato un vespro solenne nella basilica di San Petronio. L’arcidiocesi segnala negli ultimi anni la forte crescita numerica delle comunità ortodosse presenti nel capoluogo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE