Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il partito comunista cubano apre al mercato

· A conclusione del vi congresso Fidel Castro lascia la segreteria al fratello Raúl ·

Il parziale superamento del modello di economia socialista — mantenendo il riferimento alla pianificazione, ma tenendo conto delle tendenze del mercato — è stato recepito dal vi congresso del Partito comunista di Cuba (Pcc). Il congresso, giunto 14 anni dopo il precedente, è stato segnato dal ritiro di Fidel Castro dall'ultima carica che aveva mantenuto, quella di primo segretario del partito, che ricopriva fin dalla fondazione del Pcc nel 1965, sei anni dopo la presa del potere con la rivoluzione del 1959. Anche questo incarico è stato assunto dal fratello Raúl, che già gli era subentrato alla presidenza di Cuba cinque anni fa. Un altro storico dirigente cubano, l'ottantenne José Machado Ventura, è stato nominato secondo segretario.

Nell’assumere la carica di primo segretario, Raúl Castro, pur chiedendo di superare i vecchi dogmi, ha puntualizzato comunque che il suo ruolo sarà quello di «perfezionare il socialismo e di non permettere mai il ritorno al modello capitalista». Nel discorso di chiusura del congresso, Raúl Castro ha anche avvertito che «l'aggiornamento del modello economico non potrà avvenire da un giorno all’altro. Ci vorranno almeno cinque anni».

Fidel Castro, che al congresso non ha preso la parola, ma è stato a lungo applaudito, aveva confermato in un articolo uscito prima della chiusura dei lavori che non avrebbe fatto più parte del comitato centrale. Tra i 15 membri di quest’ultimo vi sono stati tre nuovi ingressi: il vicepresidente cubano Marino Murillo, che con i suoi cinquant'anni ne diventa il rappresentante più giovane, Mercedes López, responsabile del partito all’Avana, e il ministro dell'Economia, Adel Izquierdo Rodríguez.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE