Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il Papa è segno e servitore dell'unità

· Il saluto dell'arcivescovo Vincent Nichols ·

Pubblichiamo una nostra traduzione italiana del saluto rivolto al Papa dall'arcivescovo di Westminster, monsignor Vincent Nichols.

Santissimo Padre,

è difficile trovare le parole per esprimere la nostra gioia e la nostra felicità per la sua presenza qui, nella cattedrale di Westminster, dopo gli eventi sorprendenti di ieri. Lei è il benvenuto! So di parlare a nome di tutti i membri di questa grande assemblea, provenienti da ogni diocesi, e delle numerose persone che seguono l'evento attraverso la radio e la televisione mentre pronuncio queste parole di saluto. Santo Padre, le offriamo il nostro amore e le nostre preghiere per aiutarla a sostenerla nel suo ministero di Successore di Pietro. Il suo ministero è un grande dono per noi, perché il Signore le chiede di rafforzare e nutrire noi, i membri del suo popolo. È quello che lei fa, Santità, essendo segno e servitore dell'unità di tutta la Chiesa. Il suo è un compito difficile. Per questo le offriamo la nostra fedeltà amorevole e la nostra devozione sincera. Oggi siamo pieni di gioia perché ci guida nella celebrazione della santa messa in questa cattedrale del Preziosissimo Sangue del Nostro Salvatore. Siamo qui perché sappiamo di aver bisogno del suo perdono e della sua forza taumaturgica. In modo meraviglioso, troviamo questi doni a nostra disposizione nella sua morte sulla croce. Infatti morendo, colui che è l'unico Dio incarnato distrugge ogni morte che ci minaccia e ripristina la nostra vita. Questa è la nostra fede, la fede della nostra Chiesa, la fede che lei, Santo Padre, afferma e annuncia con tanta autorità, integrità ed eloquenza. Santo Padre, la ringraziamo per essere qui con noi. La prego di condurci al Signore nella Parola e nel Sacramento affinché Dio possa rafforzarci e rinnovarci.

I discorsi di Benedetto XVI

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE