Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Messico pronto a rispondere
al muro

 Il Messico è pronto a rispondere alle misure decise dall’amministrazione Trump in materia di immigrazione. Il ministro degli esteri, Luis Videgaray, ha esortato ieri le aziende nazionali a fare «un esame di coscienza prima di prendere in considerazione una loro partecipazione nella costruzione del muro» alla frontiera voluto dal presidente Trump.

In conferenza stampa, Videgaray ha osservato che «non stiamo parlando di una opportunità economica ma di un atto ostile».

Poche settimane fa il presidente del gigante messicano del cemento Cemex aveva affermato di essere pronto a fornire materiale per il progetto qualora gli fosse stato richiesto. Tuttavia, dopo numerose critiche, un portavoce della società aveva precisato che «Cemex non parteciperà alla costruzione del muro». Intanto, ieri, l’amministrazione statunitense ha annunciato di voler fare appello contro la decisione di un giudice federale del Maryland che ha disposto lo stop alla seconda versione del decreto sull’immigrazione che dispone il blocco degli ingressi da sei paesi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 febbraio 2018

NOTIZIE CORRELATE