Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il Messia mendicante

· Itinerari di Jean-Pierre Sonnet - VIII ·

Quando mendico alla città una parola, un’immagine ed essa tace, scontrosa, indifferente, vedo meglio la gente della strada, la corte con e senza miracoli che vive la mano tesa. Il Messia attende alle porte di Roma, lebbroso tra i pezzenti, insegna il Talmud. Devo ritornare, salutare il Messia in ognuno di loro, senza sbagliarmi sulla persona.

La nuova Roma

Le città hanno trasporti mistici e strategici, da una riva all’altra della storia. Così Roma, la vecchia e la nuova, tra il Tevere e il Bosforo. Gerusalemme lo stesso, tra l’alto e l’altissimo. Amarle dove sono, nello sguardo dei vecchi sui bambini, dei monelli sulla bella, della donna sul piccolo che le succhia il seno. Niente è più vecchio, niente è più nuovo.

-------------------------------------------------------------------

Il testo è tratto da Il Messia alle porte di Roma di Jean-Pierre Sonnet, Effatà Editrice, Roma 2018, Edizione italiana a cura di Carlo Albarello

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE