Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il Mediterraneo
inghiotte altre vite

La nave Etna della Marina militare italiana ha sbarcato ieri a Palermo le salme dei dieci naufraghi annegati nella nuova tragedia delle migrazioni avvenuta sabato davanti alle coste libiche. Le conseguenze del naufragio appaiono però certamente più gravi. A bordo del gommone affondato, secondo i superstiti, c’erano infatti una novantina di persone e solo quaranta sono state tratte in salvo. Nelle ultime ventiquatr’ore quasi mille tra migranti e profughi hanno raggiunto i porti italiani a bordo delle navi impegnate nell’operazione di soccorso Mare nostrum.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE