Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il mappamondo
di Giovanni XXIII

· Un cimelio da restaurare ·

«Tutto il mondo è la mia famiglia». Lo diceva Giovanni XXIII, che il mondo lo teneva tutto nel suo studio. Era molto affezionato, infatti, a un grande mappamondo che utilizzava spesso negli incontri con personalità straniere. Dopo l’elezione a vescovo di Roma, Roncalli manifestò la volontà di avere nella sala delle udienze un mappamondo di grandi dimensioni, ma dovette attendere fino al 25 giugno del 1960 per poter scrivere sul suo diario: «Oggi fu installato il gran mappamondo relagatomi dai Padri del Verbo Divino. Sta bene nella biblioteca del Papa la visione del mondo religioso. Che il Signore ci aiuti ad ingrandire il suo Regno. Questo è l’anelito del cuore del Papa».

Il tempo, però, non fa sconti e ora il mappamondo, preso in visione nell’aprile scorso da Chiara Fornaciari e Cristina de’ Medici del Laboratorio di restauro opere su carta dei Musei Vaticani, ha bisogno di interventi decisi per tornare all’antico splendore. Attualmente è custodito presso la casa-museo intitolata al Pontefice a Ca’ Maitino di Sotto il Monte, in provincia di Bergamo. Risalente presumibilmente agli anni Sessanta del Novecento, misura quattro metri di diametro ed è stato realizzato su due mezze sfere in plastica trasparente avvitate tra loro. I fusi in carta stampata a colori sono stati incollati direttamente sulla superficie della struttura.

L’opera si presenta notevolmente danneggiata e ha bisogno di un intervento di restauro. Per fare questo la Fondazione Giovanni XXIII ha lanciato una raccolta di fondi. Forse non è un’opera d’arte assoluta, ma sicuramente questo oggetto così amato da Papa Roncalli è un pezzetto di storia che vale la pena di strappare all’oblio.

Marcello Filotei

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE