Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il liberale ebreo vicino ai cattolici

· Luigi Luzzatti alla guida del governo italiano dal marzo 1910 al marzo 1911 ·

Esponente insigne della cultura liberale post-unitaria e uomo politico di lungo corso della Destra dall’epoca del ministero Minghetti, il giurista ed economista veneto Luigi Luzzatti giunse a settant’anni a rivestire la carica di presidente del Consiglio dei Ministri dal marzo 1910 al marzo 1911: primo (e finora unico) capo del governo italiano ebreo. Lo scrive Eugenio Capozzi precisando che la sua breve esperienza a capo dell’esecutivo rappresenta un significativo punto di osservazione per comprendere la fase di cruciale evoluzione vissuta dalla politica italiana nell’epoca giolittiana. A essa è dedicato un volume pubblicato nella ricca biblioteca luzzattiana (Luigi Luzzatti presidente del consiglio, a cura di Pier Luigi Ballini e Paolo Pecorari, Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, 2013, pagine 380, euro 35).

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE