Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il Gran Muftì libico
sostiene il Governo unitario

· ​Favorevoli anche le milizie di diverse città della Tripolitania ·

Il Gran Muftì della Libia, Al Sadiq Al Ghariyan, ha deciso di sostenere il Governo di riconciliazione nazionale libico.

Secondo quanto riporta il sito informativo «Libya al Akhbar», l’autorità religiosa ha chiesto al presidente del Congresso nazionale di Tripoli, Nuri Abu Sahimin, di convocare una riunione per votare il sostegno al nuovo Governo del premier Fayez Al Sarraj. Il Gran Muftì ha inoltre chiesto all’ex jihadista e attuale capo delle milizie di Tripoli, Ali Belhajj, di garantire la sicurezza dell’arrivo in città del primo ministro Al Sarraj e del suo Esecutivo. Nei giorni scorsi, Belhajj è stato in visita in Algeria, dove ha incontrato Al Sarraj, al quale ha garantito il suo sostegno, confermando inoltre il tentativo di convincere sia Al Ghariyan che Abu Sahimin ad accettare l’accordo politico firmato il 13 dicembre scorso a Skhirat, in Marocco. Anche le milizie di diverse città della Tripolitania hanno deciso di sostenere il Governo di riconciliazione nazionale e di aderire all’accordo. In particolare i Consigli militari e le brigate di Al Zawiya, Al Mutrad, Sebrata, Al Ajilat, Al Jamil, Raqdalin e Zliten hanno diramato ieri un comunicato nel quale hanno annunciato il loro sostegno completo all’accordo politico siglato tre mesi fa in Marocco e al Governo di riconciliazione. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE