Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il governo di Berlino
trova un’intesa
sulle misure antinquinamento

· Dopo un lungo negoziato nella maggioranza ·

Dopo ore di trattative all’interno della Grande Coalizione guidata dalla cancelliera Angela Merkel è stato raggiunto un accordo sulle misure da adottare in tema di politica ambientale per il raggiungimento degli obiettivi di protezione del clima entro il 2030. Lo confermano fonti vicine al governo tedesco, secondo le quali le trattative tra Unione cristiano-democratica (Cdu), Unione cristiano-sociale (Csu) e Partito socialdemocratico tedesco (SpD) sono state comunque «molto difficili». L’accordo — raggiunto proprio mentre in molte città della Germania, compresa la capitale, e del mondo si stanno svolgendo imponenti manifestazioni ecologiste — consentirà di stabilire subito i provvedimenti volti a incoraggiare i tedeschi a ridurre le emissioni di gas serra inquinanti e permettere al paese, ora in ritardo, di raggiungere gli obiettivi di protezione del clima entro il 2030, stabiliti dall’accordo di Parigi del 2016. È stato concordato anche un meccanismo di verifica annuale per garantire che vengano raggiunti gli obiettivi prefissati.

La Germania intende ridurre queste emissioni del 55 per cento entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990. Secondo il progetto di accordo gli investimenti in materia, previsti entro il 2030, dovrebbero raggiungere una cifra vicina ai 100 miliardi di euro.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE