Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Il Gabon punisce i golpisti

· Due di loro sono stati uccisi e un altro arrestato ·

Soldati davanti alla  radio (Afp)

Dopo il tentativo di colpo di stato condotto all’alba da un gruppo di militari ribelli in Gabon, paese dove il presidente Ali Bongo Ondimba è ricoverato in Marocco per problemi di salute da più di due mesi, il tenente Kelly Ondo Obiang, leader dell’autoproclamato Movimento patriottico delle forze di sicurezza e della difesa del Gabon, appartenente alla guardia repubblicana incaricata della protezione della presidenza gabonese, è stato arrestato e due altri membri sono stati uccisi. L’annuncio è stato dato dal portavoce del governo poche ore dopo l’assalto. Per la prima volta nella storia del Gabon, un gruppo di militari hanno registrato un video nella sede della Radiotelevisione statale a Libreville, annunciando l’imminente formazione di un “Consiglio per ripristinare la democrazia”. Le forze di sicurezza hanno «preso d’assalto l’edificio», liberato gli ostaggi e ucciso due membri del commando, che aveva, secondo la stessa fonte, neutralizzato i poliziotti appostati davanti alla sede della televisione e intercettato e sequestrato cinque giornalisti prima di leggere il suo comunicato.

Il portavoce del governo, Guy-Bertrand Mapangou, ha anche annunciato che le frontiere rimangono aperte e che le forze di sicurezza sono state incaricate di garantire l’ordine nella capitale. Ha detto inoltre che nessun reggimento ha dato man forte ai ribelli e ha confermato che l’esercito è fedele a Bongo.Il presidente, del resto, fino al 2009, prima di succedere al defunto padre Omar con elezioni sospettate di brogli, era stato ministro della difesa e il suo fratellastro, Frederic, è capo dei servizi segreti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

27 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE