Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il futuro passa dai giovani
sottratti alla strada e alla guerra

· ​Nella Repubblica Centrafricana l’opera di accoglienza della ong Kizito fondata da una religiosa italiana ·

Lo stadio di Berberati, nella Repubblica Centrafricana, sarà presto ristrutturato per permettere ai giovani della cittadina a ovest del martoriato paese, e ai ragazzi usciti dalle bande armate o sottratti alla strada, di avere un luogo di aggregazione nel quale ritrovarsi e praticare sport. I lavori saranno eseguiti dalla ong Kizito, fondata da una religiosa italiana, Elvira Tutolo, appartenente alla congregazione delle Suore della carità di santa Giovanna Antida Thouret. Una scelta non casuale. Dalla sua nascita, nel 2002, la ong si occupa infatti di giovani orfani o in affidamento da parte del tribunale dei minori, ma negli ultimi anni accoglie anche giovanissimi ex miliziani, sottratti alle bande armate che si combattono nel paese dal 2012. L’obiettivo è il loro recupero e reinserimento nella società.
Ad affidare il compito della ristrutturazione dello stadio a Kizito è stata la sezione civile della Minusca, la missione integrata dei caschi blu dell’Onu nella Repubblica Centrafricana, che già in passato aveva avuto modo di apprezzare la tenacia della sessantanovenne suora originaria di Termoli, in Molise. Tanto determinata da essere riuscita a ottenere nel 2016 l’assegnazione dei lavori per il recupero di altre strutture cittadine, tra cui i due mercati e alcuni importanti edifici pubblici. I lavori per lo stadio dovrebbero essere ultimati nel giro di tre mesi e prevedono la sistemazione delle tribune, del campo di calcio, della pista di atletica e delle pedane per il salto in lungo e il salto in alto.

di Gaetano Vallini

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE