Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nel dramma
dei migranti dispersi

· ​Appello del vescovo messicano di Piedras Negras ·

Preoccupazione per il destino di migliaia di migranti è stata espressa dal vescovo di Pidras Negras in Messico, monsignor Alonso Gerardo Garza Treviño. Nei giorni scorsi il presule ha lanciato un appello affinché le autorità competenti intervengano per far luce sui tanti giovani scomparsi nel tentativo di espatriare negli Stati Uniti: «La gente è molto preoccupata per i propri familiari e avverte un senso di impotenza nel vedere che non ci sono risvolti positivi dalle indagini svolte dalla polizia.

Ma la cosa più grave — ha proseguito monsignor Garza Treviño — è che le persone continuano a scomparire». Nel corso di un incontro con i fedeli in occasione delle celebrazioni per la settimana santa il vescovo non ha nascosto la propria apprensione, sottolineando che quanto che sta accadendo nel Paese sudamericano, nella quasi totale indifferenza, è terribile: «Ci sono casi in cui non si ha la minima idea di dove siano finite queste persone, vittime innocenti». Monsignor Garza Treviño ha sottolineato anche che sono poche le famiglie che hanno ricevuto una richiesta di riscatto. La maggior parte invece non sa più nulla dei propri parenti scomparsi. Ci sono storie molto drammatiche al riguardo. «Ho sentito — ha detto il vescovo — i racconti di alcuni famigliari che dicono di non avere notizie dei propri cari. Nessuno sa niente. Nessuno riesce a ottenere informazioni attendibili». 

Secondo fonti locali, molti degli uomini e dei giovani rapiti vengono usati da gruppi di narcotrafficanti per trasportare droga o altra merce oltre la frontiera, come conferma il ritrovamento di un gruppo di persone scomparse da Piedras Negras nelle carceri del Texas. Ultimamente le autorità messicane e statunitensi si sono incontrate a Maverick per uno scambio di informazioni riguardo agli scomparsi e ai detenuti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE