Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il dolore del Papa
per la sciagura aerea
in Etiopia

· L’aereo è precipitato subito dopo il decollo da Addis Abeba causando 157 morti ·

Cordoglio e vicinanza sono stati espressi da Papa Francesco ai familiari delle vittime del tragico incidente aereo avvenuto in Etiopia, dove un velivolo si è schiantato domenica nei pressi di Addis Abeba provocando la morte di 157 persone. In un telegramma a firma del cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, il Pontefice assicura le sue preghiere «per le vittime di vari paesi e raccomanda le loro anime alla misericordia di Dio Onnipotente». Nel rivolgere un pensiero alle loro famiglie, il Papa invoca la benedizione di Dio, affinchè dia «consolazione e forza» a «tutti coloro che piangono questa tragica perdita».

Al momento si ignorano le cause tecniche dell’incidente, mentre aumentano in queste ore i dubbi sulla sicurezza del nuovo velivolo Boeing 737 Max 8. L’Ethiopian Airlines ha difatti deciso di lasciare a terra gli altri velivoli dello stesso modello in attesa dell’esito dell’inchiesta sulle cause dell'incidente.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE