Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il dolore del Papa per la morte
del cardinale Jorge María Mejía

Il cardinale argentino Jorge María Mejía, archivista e bibliotecario emerito di Santa Romana Chiesa, è morto a Roma martedì 9 dicembre all’età di 91 anni. Nato a Buenos Aires il 31 gennaio 1923 e ordinato sacerdote il 22 settembre 1945, era stato nominato vescovo vice presidente della Pontificia Commissione Iustitia et Pax l’8 marzo 1986 e il 12 aprile aveva ricevuto l’ordinazione episcopale. Quindi era stato promosso arcivescovo segretario della Congregazione per i Vescovi il 5 marzo 1994. Dal 7 marzo 1998 al 24 novembre 2003 era stato archivista e bibliotecario di Santa Romana Chiesa. Giovanni Paolo ii lo aveva creato cardinale nel concistoro del 21 febbraio 2001. Appresa la notizia della morte Papa Francesco ha fatto pervenire al fratello del porporato, Alejandro Jaime Mejía, un telegramma di cordoglio nel quale sottolinea la “lunga amicizia” che lo univa al compianto cardinale e la “fedeltà e competenza” che hanno caratterizzato il suo servizio in vari organismi della Santa Sede.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE