Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il coraggio di andare avanti

· Papa Francesco a colloquio con i giornalisti durante il viaggio di ritorno dalla Terra santa ·

Durante il viaggio di ritorno dalla Terra santa, nella serata di lunedì 26 maggio, il Pontefice si è intrattenuto per oltre un’ora con i rappresentanti dei media internazionali che lo hanno seguito e ha accettato di rispondere a una serie di questioni riguardanti il pellegrinaggio e diversi altri argomenti. Le domande, introdotte dal direttore della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, sono state formulate da alcuni giornalisti che hanno parlato in rappresentanza dei diversi gruppi linguistici. Per ciò che riguarda più specificatamente il pellegrinaggio, il Papa si è soffermato sul senso del suo invito ai presidenti palestinese e israeliano, e sulla questione di Gerusalemme. Quanto al primo tema, il Pontefice ha esortato i responsabili politici a “entrare con onestà, fratellanza, mutua fiducia sulla strada del negoziato. E lì si negozia tutto: tutto il territorio, anche i rapporti. Serve coraggio, per fare questo, e io prego tanto il Signore perché questi due leaders, questi due Governi abbiano il coraggio di andare avanti. Questa è l’unica strada per la pace”. Riguardo a Gerusalemme, ha ricordato che “la Chiesa cattolica, il Vaticano, diciamo, ha la sua posizione dal punto di vista religioso: sarà la città della pace delle tre religioni. Questo dal punto di vista religioso. Le misure concrete per la pace devono uscire dal negoziato”.

La trascrizione del colloquio del Papa con i giornalisti 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE