Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il cardinale Robert Sarah inviato del Papa in Giappone

· A due mesi dal sisma ·

Benedetto XVI ha inviato il cardinale Robert Sarah in Giappone, per portare la sua solidarietà alle popolazioni colpite dal tremendo terremoto di due mesi fa. Da domani, venerdì 13 maggio, sino a lunedì 16, il presidente del Pontificio Consiglio Cor Unum visiterà infatti a nome del Pontefice le zone colpite. Benedetto XVI vuole in questo modo far sentire la sua vicinanza, la sua preghiera e il suo aiuto.

Il porporato porterà l’abbraccio ideale del Papa a tutti i familiari delle vittime, agli sfollati e ai volontari che senza sosta stanno lavorando per la ricostruzione. Tra i primi a intervenire la Caritas nipponica la quale, da subito mobilitata, è tuttora il punto di riferimento per tutti gli aiuti che la Chiesa cattolica continua a dare dopo la fase di emergenza, per la ricostruzione della vita della comunità giapponese.

Il cardinale Sarah si recherà il 14 a Saitama per visitare i centri di accoglienza della Chiesa cattolica per i senzatetto. Poi andrà a Tokyo dove, con i vescovi giapponesi, celebrerà la messa di ringraziamento per la beatificazione di Giovanni Paolo II. Il 15 sarà a Sendai, epicentro del cataclisma, e presiederà la messa nella cattedrale. Il 16 visiterà altri due centri di accoglienza per gli sfollati e incontrerà i responsabili delle maggiori organizzazioni caritative presenti. Il cardinale sarà accompagnato dal sottosegretario di Cor Unum, monsignor Segundo Tejado Muñoz.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE