Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

I ribelli sciiti avanzano verso Aden

· Nonostante i raid della coalizione guidata dall’Arabia Saudita ·

Non conoscono tregua le violenze nello Yemen. Forze fedeli all’ex presidente yemenita Ali Abdullah Saleh e alleate con i ribelli sciiti huthi si stanno avvicinando alla città di Aden e hanno bombardato case abitate da civili nel governatorato di Al Dalea. 

Combattimenti intorno alla città di Aden (Afp)

A riferirlo è oggi la televisione panaraba Al Arabiya. I ribelli sono a circa trenta chilometri da Aden, la città meridionale da dove il presidente Abd Rabbo Mansour Hadi è fuggito la settimana scorsa. Decine di civili hanno lasciato le loro case ad Al Dalea. Sarebbero un centinaio i morti nei violenti combattimenti in corso alle porte di Aden. Nel frattempo, per la quinta notte consecutiva la coalizione araba a guida saudita ha bombardato obiettivi dei ribelli huthi a San’a, nel sud del Paese e nella provincia settentrionale di Saada, di cui gli stessi huthi sono originari. Lo riferisce la televisione panaraba Al Jazeera, secondo la quale Riad ha anche schierato migliaia di soldati lungo con il confine con lo Yemen. Ma al momento, ha detto il portavoce militare della coalizione, il generale Ahmed Al Asiri, «non è prevista alcuna importante operazione di terra».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 gennaio 2018

NOTIZIE CORRELATE