Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

I musulmani francesi
chiedono di raddoppiare le moschee

· Secondo le organizzazioni islamiche i raduni in luoghi improvvisati agevolano il radicalismo ·

Raddoppiare nel giro di due anni il numero delle moschee in Francia: è quanto ha auspicato il rettore della Grande moschea di Parigi, Dalil Boubakeur, presidente del Consiglio francese del culto musulmano (Cfcm), intervenuto sabato scorso al trentaduesimo «Rencontre annuelle des musulmans de France» organizzato al parco delle esposizioni di Parigi - Le Bourget dall’Unione delle organizzazioni islamiche di Francia (Uoif), entità vicina ai Fratelli musulmani. Per i «sette milioni di musulmani» residenti nel Paese — ha detto Boubakeur — le attuali moschee «non sono sufficienti. Ci sono molte sale di preghiera incompiute, molte moschee che non sono state costruite. Ne abbiamo oggi duemiladuecento. Occorre raddoppiarle, da qui a due anni». D’accordo con lui, ma con toni che riflettono le posizioni più radicali della sua organizzazione, il presidente dell’Uoif, Amar Lasfar.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE