Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

I giovani pakistani
verso il sinodo

· Incontri di preparazione in molte diocesi ·

Un invito a «testimoniare il Signore risorto nella vita quotidiana» e a coinvolgersi nei ministeri di apostolato, rendendosi disponibili con i rispettivi parroci e catechisti, è stato rivolto ai giovani pakistani da monsignor Samson Shukardin, vescovo di Hyderabad e presidente della Commissione per il laicato della Conferenza episcopale del Pakistan.
Il presule è intervenuto nel corso dell’incontro dei giovani del movimento ecclesiale «Jesus Youth Pakistan», dal titolo «La gioia», organizzato nei giorni scorsi nell’arcidiocesi di Karachi, in preparazione al sinodo che si terrà in Vaticano nell’ottobre del 2018.
«La Chiesa in Pakistan — ha sottolineato monsignor Shukardin — ha bisogno di laici per sostenere e portare avanti il suo apostolato. Apprezziamo le buone opere del movimento Jesus Youth Pakistan, soprattutto la dedizione e l’entusiasmo nell’organizzazione di raduni giovanili.
Ayyaz Gulzar, laico cattolico e coordinatore del movimento, ha spiegato all’agenzia Fides che «questo incontro di riflessione e spiritualità è stato un momento in cui ringraziare Dio per le opere compiute nella vita dei giovani di Karachi negli ultimi cinque anni. Quest’anno, per prepararci al sinodo, il focus del nostro cammino sarà la preghiera: vogliamo sperimentare e accogliere la grazia di Dio in un tempo di riflessione, silenzio, adorazione, confessione dei peccati e preghiera. Questa — ha aggiunto — è il carburante che ci dà la forza per vivere e testimoniare il Vangelo nella società pakistana, a scuola, in famiglia, al lavoro».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE