Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

I bambini di Ghouta
muoiono di fame

· ​Vittime di una guerra crudele ·

Sahar, una bambina di un mese morta di fame in Siria (Afp)

Sempre più tragica la condizione dei civili siriani a Ghouta, la regione a est di Damasco controllata dall’opposizione e assediata dalle forze di Bashar Assad. Le testimonianze dirette e le immagini circolate negli ultimi giorni descrivono il dramma di persone innocenti intrappolate da una guerra crudele e senza alcuna pietà. Alcuni bambini sono già morti di fame. «Altri ne seguiranno», ha detto al «Guardian» una fonte sul campo, che ha richiesto l’anonimato. I civili di Ghouta sono infatti tagliati fuori da ogni circuito internazionale di aiuto.

È questa una situazione emblematica di un paese che non riesce a uscire dal conflitto e nel quale si combatte anche nelle cosiddette zone di “de-escalation”, ovvero le aree di sicurezza disposte dagli accordi di Astana siglati da Russia, Turchia e Iran. Goutha, infatti, è proprio una di queste aree che, dove non ci dovrebbero essere combattimenti di nessun tipo grazie alla supervisione internazionale. Ma è proprio quest’ultima, come molti osservatori denunciano, a mancare.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE