Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ho attraversato la Germania dal nord al sud, dall’est all’ovest

· Il Papa all’udienza generale in piazza San Pietro ricorda i momenti più significativi del terzo viaggio compiuto nella sua terra natale ·

Un messaggio «rivolto a tutto il popolo tedesco, per invitare tutti a guardare con fiducia al futuro» perché «Dov’è Dio, là c’è futuro». È questo per Benedetto XVI il senso più profondo del suo recente viaggio apostolico in Germania, del quale ha rivissuto i momenti più significativi nell’udienza generale di mercoledì 28 settembre. In piazza San Pietro — dov’era giunto poco prima da Castel Gandolo — il Papa ha ripercorso i passi delle giornate trascorse a Berlino, Erfurt, Etzelsbach e Friburgo, sottolineandone le emozioni provate e i messaggi affidati agli ascoltatori. «Ho attraversato — ha detto — la Germania dal nord al sud, dall’est all’ovest» per quella che è «stata davvero una grande festa della fede: nei vari incontri e colloqui, nelle celebrazioni, specialmente nelle solenni Messe con il popolo di Dio». Momenti considerati da Papa Ratzinger «un prezioso dono che ci ha fatto percepire di nuovo come sia Dio a dare alla nostra vita il senso più profondo, la vera pienezza, anzi, che solo Lui dona a noi, dona a tutti un futuro».

Il Pontefice ha quindi ringraziato i vescovi tedeschi, in particolare quelli delle diocesi che lo hanno ospitato; il presidente Federale e tutte le autorità politiche e civili a livello federale e regionale; e tutti quanti hanno contribuito in vario modo al buon esito della visita, soprattutto i numerosi volontari. Grazie all’impegno di tutte le persone coinvolte, il viaggio è stato così «un grande dono e ha suscitato gioia, speranza e un nuovo slancio di fede e di impegno per il futuro».

Il Pontefice ha poi riassunto i passaggi più importanti dei discorsi pronunciati durante le diverse tappe del viaggio e ha ribadito che si è trattato di un’occasione propizia per incontrare i fedeli della sua patria tedesca, per confermarli nella fede, nella speranza e nell’amore, e condividere con loro la gioia di essere cattolici. «Ma il mio messaggio era rivolto a tutto il popolo tedesco — ha proseguito il Papa — per invitare tutti a guardare con fiducia al futuro». E ha concluso rilanciando il motto che lo aveva accompagnato per tutto il viaggio: «È vero: dov’è Dio, là c’è futuro».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE