Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Guida per un Paese più giusto

· ​Il presidente del Paraguay sulla visita del Papa ·

«Un seme che deve essere responsabilità di tutti far germogliare, crescere e prosperare»: è l’eredità che, secondo il presidente della Repubblica del Paraguay, Horacio Manuel Cartes, Papa Francesco ha lasciato al Paese con la sua visita.

 All’indomani della partenza del Pontefice, il capo dello Stato ha diffuso un messaggio televisivo nel quale innanzitutto ringrazia Francesco «per la sua semplicità e il calore, per l’enorme sforzo di incontrare le persone, sempre con un sorriso e in un calendario di avvenimenti che nessuno avrebbe potuto realizzare».

Rivolgendosi direttamente al Santo Padre, Cartes ha detto: «Grazie per il tesoro delle sue parole che gettano luce sul nostro presente e ci offrono una guida per affrontare le sfide future. Il suo orientamento illumina il cammino e ci dà anche un grande compito: lavorare insieme, con sacrificio e perseveranza per realizzare un Paese più giusto per tutti».

Di seguito, il presidente ha parlato ai suoi connazionali e — dopo aver ringraziato gli ottantaduemila volontari che hanno prestato servizio durante i tre giorni della visita («sono la prova che con la volontà e la dedizione, è possibile raggiungere qualsiasi obiettivo»), la Chiesa locale, le autorità civili, le forze dell’ordine, e i giornalisti — ha spronato tutti, «leader politici, imprenditori, commercianti, contadini, giovani, donne» ad «abbracciare le parole» del Pontefice e a rinnovare la «convinzione di poter raggiungere uno sviluppo economico dal volto umano che tenga in considerazione l’ambiente e le persone più bisognose».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE