Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Guerra, migranti e povertà

· ​In discussione all’Assemblea generale dell’Onu ·

Leader di tutto il mondo si ritrovano a partire da oggi a New York per partecipare al dibattito annuale dell’Assemblea generale dell’Onu: in agenda i temi più scottanti dell’attualità mondiale, dalla guerra in Siria e il pericolo jihadista alla crisi migranti, dal cambiamento climatico alla lotta alla povertà passando per le proposte di riforma del sistema delle Nazioni Unite. 

L’Assemblea generale  delle Nazioni Unite (Reuters)

Quest’anno l’appuntamento ha un’importanza particolare perché coincide con il settantesimo anniversario della creazione dell’Onu, nato dal processo negoziale successivo alla seconda guerra mondiale, con la missione di prevenire i conflitti e assistere le popolazione più bisognose. Da oggi fino a sabato parleranno dalla stessa tribuna dell’Assemblea generale dell’Onu circa 150 capi di Stato e di Governo, ma anche ministri e altri rappresentanti a nome dei 193 Paesi componenti le Nazioni Unite. 

Come è tradizione, il dibattito di alto livello sarà aperto dal presidente del Brasile, Dilma Rousseff, e il secondo oratore, sarà Barack Obama. Il cinese Xi Jinping, il russo Vladimir Putin, l’iraniano Hassan Rohani, il messicano Enrique Peña Nieto, il cubano Raul Castro e l’argentina Cristina Kirchner saranno tra gli altri quelli che prenderanno la parola nella prima giornata del dibattito. L’intervento del presidente del Consiglio dei ministri italiano, Matteo Renzi, è previsto per domani, martedì. Questa settimana ci saranno anche altre riunioni ministeriali, compresa un organizzata dal consiglio di sicurezza per analizzare la spirale di tensioni in Medio oriente e in Maghreb.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE