Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Guardiano e amico
oltre che creatore

· Newman e la provvidenza del Padre ·

In alcuni sermoni John Henry Newman, da predicatore anglicano, dipinge una bella immagine del Padre misericordioso.

«Gesù guarisce il lebbroso» in una stampa del XVI secolo

Per esempio nell’omelia su «La provvidenza individuale come ci è rivelata nel vangelo», predicata il 5 aprile 1835 nella chiesa di Santa Maria Vergine a Oxford, Newman inizia dicendo che prima della venuta di Cristo gli uomini conoscevano «qualche preannuncio occasionale che rivelava la sollecitudine di Dio per i singoli individui», ma nella maggior parte dei casi furono istruiti «solamente nel disegno della sua provvidenza generale, come si vede nel corso delle vicende umane». Il vangelo però ci rivela chiaramente «questo distinto riguardo, accordato da Dio a ognuno di noi».

Occorre comunque considerare che questa rivelazione della provvidenza individuale appare legata a non poche difficoltà per il nostro intelletto. Newman ricorda innanzitutto che noi cristiani siamo spesso come gli altri che si lasciano trascinare dalle onde che scorrono nelle correnti del mondo: «Noi concepiamo che Dio operi solo su un vasto piano, ma non possiamo renderci conto della meravigliosa verità che egli vede e pensa anche ai singoli individui. Non riusciamo a credere che egli è dovunque, realmente presente, che egli è in ogni luogo dove siamo noi. Sappiamo che egli è in cielo e dimentichiamo che è anche in terra». Questa mancanza di fede è «la ragione per cui una moltitudine di gente è così profana. Si permettono di essere tiepidi e indifferenti perché non riescono ad afferrare che Dio li vede».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE