Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Guardare le ombre

· Il transito di Mercurio ·

A partire dalle ore 13.12 di lunedì e fino al tramonto, ovunque sia visibile il Sole, gli osservatori potranno godere, tempo permettendo, dell’insolita visione del pianeta Mercurio che passa tra noi e il Sole stesso. Il transito terminerà alle 20.42. 

Lo scrive Guy Consolmagno aggiungendo che naturalmente, Mercurio è talmente piccolo e il Sole talmente luminoso che per vedere il transito servirà un telescopio munito di filtri speciali. (Mai guardare direttamente il Sole, con o senza telescopio, a meno che non si abbia un’adeguata protezione per gli occhi). Ciò che si dovrebbe riuscire a vedere attraverso questo telescopio è l’ombra di Mercurio, un piccolo puntino nero che si sposta lentamente attraverso la superficie del Sole.

Gli astronomi chiamano questi eventi “transiti”. Sono importanti per diverse ragioni. Per esempio, confrontando le osservazioni di un transito visto da due punti diversi della Terra, alla fine si può calcolare a quanti chilometri dalla Terra si trova il pianeta transitante; è così che gli astronomi misurarono per la prima volta la dimensione del sistema solare nel xviii secolo. Inoltre, i transiti di Mercurio ci danno un modo molto preciso per misurare l’orbita di questo pianeta. Sono state queste misurazioni a suggerire per la prima volta che c’era qualcosa di leggermente storto nella comprensione della gravitazione solare di Newton, che alla fine fu spiegata solo con la teoria della relatività generale di Einstein.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE