Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Gravemente malnutriti
15.000 bambini nepalesi

· L’Unicef mette in guardia sul rischio di epidemie dopo il devastante terremoto ·

Il catastrofico terremoto in Nepal mette a rischio malattie almeno 15.000 bambini affetti da malnutrizione acuta grave. L’allarme è stato lanciato oggi dall’Unicef, il fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia, che ha spiegato che questi bambini «sono rimasti senza casa, sono sotto shock e non hanno accesso a cure mediche di base». 

Padre e figlia guardano le rovine causate dal sisma a Bhaktapur (Reuters)

Il terremoto ha causato una distruzione inimmaginabile nella quale — ha affermato in una nota Rownak Khan, vice rappresentante dell’Unicef in Nepal — «gli ospedali sono sovraffollati, l’acqua è scarsa, i corpi sono ancora sepolti dalle macerie e le persone dormono all’aria aperta. Queste sono le condizioni perfette per la proliferazione di malattie».

Intanto, il numero delle vittime finora accertate del devastante terremoto che ha colpito una settimana fa il Nepal sono 6.621 e 14.023 i feriti. Lo ha reso noto oggi il Governo di Kathmandu aggiungendo che a questo punto non c’è più alcuna chance di trovare altri sopravvissuti. Le ultime persone ancora estratte salve dalle macerie erano state trovate giovedì, oltre 48 ore fa. Il portavoce del ministero dell’Interno, Laxmi Dhkal, ha detto che mancano tende per i sopravvissuti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE