Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Benedetta esagerazione

· Beatificato a Dublino il gesuita John Sullivan ·

Gesuita dalla «vita semplice e ritirata», padre John Sullivan non compì mai «gesti clamorosi», ma il suo «costante esercizio quotidiano delle piccole virtù, come la pazienza, la riconoscenza, la gentilezza» e la sua instancabile dedizione «nel soccorrere i poveri, i malati e i sofferenti», lo hanno portato agli onori degli altari. Lo ha sottolineato il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, nell’omelia della messa della beatificazione del religioso irlandese celebrata sabato 13 maggio a Dublino nella chiesa di San Francesco Saverio. «Povero tra i poveri», ha detto il porporato ricordando alcune testimonianze del processo per la beatificazione, fece della carità, con l’attenzione amorevole ai più bisognosi e agli scartati dalla società, il filo conduttore della sua vita sacerdotale.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE