Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Gli islamici
manifestano contro il terrore

· ​Iniziative in Germania e in Austria ·

Lanciare un forte segnale contro il terrorismo islamista e promuovere un cammino di pace e di fratellanza: questi gli obiettivi di numerose iniziative promosse non solo in Europa dai fedeli dell’islam.

In Germania, a Colonia, è stata organizzata una manifestazione di circa diecimila musulmani contro il terrorismo. Alla manifestazione intitolata: «Non con noi», e sostenuta da quaranta associazioni, non hanno aderito alcuni gruppi islamici, ma questo non ha intaccato lo spirito dell’iniziativa che è stata «molto apprezzata» dalla cancelliera, Angela Merkel, «per dare un chiaro segnale del fatto che nell’islam non c’è spazio per odio e violenza».
Un altro segnale di distensione e di apertura giunge da Berlino, dove Seyran Ates, attivista turca, ha tenuto una predica nella sua nuova moschea. Le regole, nel luogo di culto da lei fondato, consentono a uomini e donne di pregare insieme. E accoglie tutti: sciiti, sunniti, alawiti, sotto lo stesso tetto. Anche le donne potranno tenere prediche, in veste di imam, e non saranno costrette a portare il velo. Burqa e niqab saranno proibiti. «Il velo integrale non ha nulla a che vedere con la religione, è uno “statement politico”», ha spiegato in un’intervista allo «Spiegel» Seyran Ates.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

06 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE