Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Gli artisti cercatori della verità e testimoni della carità

· Inaugurata da Benedetto XVI la mostra per il suo sessantesimo anniversario di sacerdozio ·

Benedetto XVI rinnova agli artisti una proposta «di amicizia e di dialogo» per «rendere questo nostro mondo più umano e più bello». Dopo l’incontro del 21 novembre 2009, nella Cappella Sistina, Chiesa e arte «tornano a incontrarsi, a parlarsi, a sostenere la necessità di un colloquio che — ha spiegato il Papa inaugurando la mostra promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura per il suo sessantesimo anniversario di sacerdozio — vuole e deve diventare sempre più intenso e articolato». Anche per offrire «alle culture del nostro tempo un esempio eloquente di dialogo fecondo ed efficace».
La cerimonia svoltasi questa mattina, lunedì 4 luglio, nell’atrio dell’Aula Paolo VI, ha offerto al Pontefice l’occasione per rilanciare il suo «amichevole e appassionato appello» agli artisti: «Non scindete mai — ha detto — la creatività artistica dalla verità e dalla carità, non cercate mai la bellezza lontano dalla verità e dalla carità, ma con la ricchezza della vostra genialità, del vostro slancio creativo, siate sempre, con coraggio, cercatori della verità e testimoni della carità». Il mondo di oggi, infatti, «ha bisogno che la verità risplenda e non sia offuscata dalla menzogna o dalla banalità; ha bisogno che la carità infiammi e non sia sopraffatta dall’orgoglio e dall’egoismo».

Il discorso di Benedetto XVI

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE