Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per gli anziani e i poveri

Appuntamento a Panamá: la prossima gmg sarà celebrata nel 2019 nello Stato istmico tra le due Americhe. Lo ha annunciato a Cracovia il primo Pontefice latinoamericano al termine del trentunesimo raduno internazionale delle giovani generazioni. Dopo aver celebrato domenica 31 la messa di chiusura nell’immensa spianata del Campus misericordiae, all’Angelus il Papa ha confermato ufficialmente una voce iniziata a circolare già in anticipo sui media.

Dalle rive della Vistola a quel lembo di terra in cui, grazie al famoso canale, si incontrano gli oceani Atlantico e Pacifico, la prossima gmg si svolgerà nella prima diocesi della terraferma nel nuovo continente. Dopo l’isola di Santo Domingo è stata infatti Panamá ad aver accolto il Vangelo, che poi da lì si è propagato in tutte le direzioni, permeando con il suo messaggio di speranza la storia e la cultura delle Americhe. Che dunque ospiteranno per la quinta volta la gmg: dopo le precedenti edizioni in Argentina, Stati Uniti, Canada e Brasile.

La gioia dei giovani panamensi, che cantando e ballando a ritmi caraibici hanno accolto la croce e l’icona simboli delle giornate mondiali della gioventù, ha offerto un anticipo di quella che sarà l’edizione 2019: una gmg che parla spagnolo e inglese, ma anche wari wari — la lingua che mescola elementi delle due precedenti con la tradizione creola — e alcuni idiomi indigeni, per valorizzare anche le più antiche popolazioni del Paese. Dove, nonostante fosse l’una di notte, in tanti erano rimasti svegli per ascoltare l’annuncio del Pontefice, accogliendolo con il suono delle campane nelle chiese.

La celebrazione domenicale del Papa al Campus misericordiae si è tenuta sotto un caldo sole. Appena giunto Francesco ha benedetto uno dei due edifici offerti dalla Caritas diocesana come eredità della gmg in Polonia: una casa diurna per anziani e un magazzino di alimenti per i bisognosi delle parrocchie locali. E lo stesso Campus misericordiae rimarrà come base per un progetto di sviluppo urbanistico a ridotto impatto ambientale.

Quindi il bagno di folla in mezzo ai giovani: salito a bordo della papamobile Francesco ha percorso tre chilometri e mezzo tra i vari settori della spianata gremita da circa due milioni di persone, stando alle stime degli organizzatori.

dal nostro inviato Gianluca Biccini

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE