Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Giustizia climatica

· Il rapporto tra diritti umani e sviluppo sostenibile ·

Questo è un anno importantissimo per il futuro del nostro pianeta. La comunità scientifica è stata categorica nel dire che uno dei maggiori pericoli che minacciano il futuro dell’umanità e il mondo è il cambiamento climatico. Il Cile ha già cominciato a subirne le conseguenze negative, come ha dimostrato la recente alluvione verificatasi nel nord desertico del Paese, che ha colpito migliaia di persone. 

Ed è certamente su questo, sulle persone, che si devono focalizzare gli attuali negoziati per raggiungere un accordo climatico che stabilisca un ambito di cooperazione internazionale giusto ed efficace, in vista della XXI Conferenza delle parti della convenzione quadro delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico (cop21), che si terrà a Parigi alla fine dell’anno. Come ha indicato la presidente Michelle Bachelet in occasione del vertice sul clima di New York, a settembre dello scorso anno, anche se le conseguenze del cambiamento climatico sono evidenti nella sfera ambientale, è sulla sua dimensione sociale che gli Stati devono fissare la loro attenzione, trattandosi di un fenomeno che indubbiamente acuisce le disuguaglianze. Sappiamo che il cambiamento climatico aggrava le strutture d’iniquità nella nostra società, colpendo con maggiore forza i settori più vulnerabili come i bambini, le donne, gli anziani e le popolazioni autoctone, che peraltro sono quelli che meno contribuiscono al riscaldamento globale. Per questo motivo riteniamo che l’equità e la giustizia debbano essere gli assi centrali di qualsiasi azione climatica.

di Heraldo Muñoz, Ministro degli Affari esteri del Cile

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE