Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Giovani, esclusi
poveri e vulnerabili

· Le Preferenze apostoliche universali della Compagnia di Gesù per la missione ·

Promozione del discernimento e degli esercizi spirituali, «priorità per la Chiesa intera»; camminare con gli esclusi, i poveri, i più vulnerabili; accompagnare i giovani verso un futuro pieno di speranza; trovare formule alternative allo sfruttamento della casa comune. Sono le quattro “Preferenze apostoliche universali” della Compagnia di Gesù per il prossimo decennio, punti di riferimento individuati al termine di un percorso di discernimento durato due anni e che ha coinvolto tutte le province. A illustrarle, ieri, il preposito generale dei gesuiti, padre Arturo Sosa Abascal: «Il mondo di oggi pone molte scelte. Siamo in una società secolare in cui è possibile chiedersi in profondità e scegliere liberamente la sequela di Gesù. Dobbiamo aiutare le persone a trovare Gesù e seguirlo nella libertà. In questo gli esercizi spirituali di sant’Ignazio di Loyola sono strumento privilegiato».

Il lavoro effettuato — si legge sul sito dei gesuiti — è stato presentato a Papa Francesco che, dopo un tempo di preghiera, ha riconsegnato il lavoro al padre generale, come missione per la Compagnia nei prossimi dieci anni. «Un discernimento dinamico, non da biblioteca o laboratorio», ha sottolineato il Pontefice in una lettera indirizzata a padre Sosa Abascal, dove le priorità apostoliche sono «in sintonia con le priorità apostoliche della Chiesa, espresse nel magistero ordinario del Papa, nei sinodi e conferenze espiscopali, soprattutto partendo dalla Evangelii gaudium». Fra tutte le preferenze, «capitale» risulta la prima, condizione di base: «Senza questa attitudine orante il resto non funziona», raccomanda Francesco.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE