Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Gioia da scoppiare

· Il cardinale Antonelli a san Gabriele dell’Addolorata ·

Rilanciare il ruolo dei giovani nella Chiesa. Lo ha chiesto Papa Francesco, attraverso il cardinale Antonelli, suo inviato speciale in occasione della consacrazione del nuovo santuario di san Gabriele dell’Addolorata a Isola del Gran Sasso. Domenica 21 settembre, presiedendo il rito, il porporato ha fatto riferimento soprattutto ai «molti giovani malati» che arrivano in Abruzzo «per implorare aiuto, protezione e conforto spirituale». E in tal senso, il «santo dei giovani», il «santo dei miracoli» e il «santo del sorriso», nella sua scelta radicale, caratterizzata dall’eroicità del quotidiano, rappresenta ancora oggi un punto di riferimento per milioni di ragazzi.

All’omelia il cardinale Antonelli ha ribadito che san Gabriele «nella sua breve esistenza non ha compiuto imprese eccezionali; ma è stato eroico nel vissuto ordinario».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE