Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Gettare via le pietre
della denigrazione

· ​All’Angelus il Papa parla del brano evangelico dell’adultera perdonata ·

Rembrandt «Gesù e l’adultera»

«Questa scena invita ciascuno di noi a prendere coscienza che siamo peccatori, e a lasciar cadere dalle nostre mani le pietre della denigrazione e della condanna, del chiacchiericcio, che a volte vorremmo scagliare contro gli altri». Lo ha detto il Papa commentando l’episodio evangelico della donna adultera all’Angelus recitato domenica 7 aprile con i fedeli presenti in piazza San Pietro.

«Gesù – ha detto il Papa – è l’unico senza colpa, l’unico che potrebbe scagliare la pietra contro di lei, ma non lo fa... Gesù apre davanti a lei una strada nuova, creata dalla misericordia, una strada che richiede il suo impegno di non peccare più. È un invito che vale per ognuno di noi».

La meditazione del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE