Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Gesù
in quindici lingue

· ​Nel dvd sul Vangelo di Luca distribuito ai partecipanti al giubileo dei ragazzi ·

Vedere Gesù nel suo ambiente di Galilea, osservarlo nello scorrere della vita quotidiana nella casa di Nazaret. Guardarlo mentre insegna e chiama i discepoli a seguirlo, mentre guarisce gli infermi e compie i miracoli. Soprattutto, riconoscerlo come Salvatore, colui che annuncia la misericordia del Padre. È la possibilità offerta dal dvd Jesus. The Gospel according to St. Luke (“Gesù secondo il Vangelo di Luca”), distribuito in 120.000 copie ai partecipanti al giubileo dei ragazzi celebrato domenica 24 aprile in piazza San Pietro.

Il dvd, che contiene un vero e proprio film su Gesù ispirato al racconto di Luca, ha richiesto un notevole sforzo editoriale se si considera che il video è doppiato in ben 15 lingue: arabo, armeno, cantonese, cebuano, inglese, francese, tedesco, indonesiano, italiano, mandarino, polacco, portoghese, spagnolo, tagalog e ucraino. A promuovere l’iniziativa sono state le fondazioni Ramón Pané, con il suo presidente, l’argentino Ricardo Grzona, e Jesus film project, con Erick Schenkel, direttore esecutivo, coadiuvato da Antonio Cabrera, e il sito internet www.cristonautas.com in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione.

Nell’introduzione il cardinale Oscar Rodríguez Maradiaga si rivolge ai giovani e li invita a puntare l’attenzione soprattutto sull’episodio in cui, durante la sua adolescenza, Gesù «viene trovato mentre parlava con i sacerdoti riguardo a Dio e tutti erano stupiti di quello che diceva (Luca 2, 47). Sicuramente, anche la vostra vita ha delle belle cose che possono stupire il mondo intero e anche Dio». Il video, come spiega nella presentazione l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del dicastero per la nuova evangelizzazione, «mira a portare la storia di Gesù ai giovani assetati di Dio. Attraverso le sue immagini incontreranno Cristo, il volto misericordioso del Padre».

Per andare incontro alle nuove generazioni, è stata anche preparata una app gratuita: Jesusfilmedia che permette di accedere al video e vederlo nelle 1.400 lingue in cui finora è stato tradotto, che fanno di questo film il più tradotto (e probabilmente il più visto) della storia. Il progetto di girare un film sul Vangelo di Luca risale alla fine degli anni Settanta. L’obiettivo era di far parlare Gesù nella lingua dello spettatore, di renderlo familiare, raggiungendo così un pubblico più vasto possibile. Il film è stato distribuito in migliaia di parrocchie, istituzioni culturali e caritative, ed è stato visto da un numero incalcolabile di persone.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 febbraio 2018

NOTIZIE CORRELATE