Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Front national
oltre ogni previsione

· ​Netta affermazione dell’estrema destra nel primo turno delle regionali in Francia ·

Operazioni di scrutinio dei voti in Francia (Afp)

Avanzata senza precedenti per il Front national (Fn) nelle regionali di ieri in Francia, ultimo appuntamento con le urne nel Paese — ancora sotto shock per gli attentati del 13 novembre scorso a Parigi — prima delle presidenziali del 2017. Il consenso ottenuto dal partito di Marine Le Pen è di gran lunga superiore alle previsioni degli analisti e a tutti i sondaggi. I risultati, infatti, danno il Front national come primo partito del Paese, con circa il 30 per cento dei consensi e in testa in almeno sei regioni su tredici. Seconda si è classificata la coalizione di destra, che comprende i repubblicani di Nicolas Sarkozy, Mo-Dem e Udi, con il 26,8 per cento dei voti, mentre i socialisti del presidente François Hollande ottengono il terzo posto, con il 23,3 per cento dei consensi.

La leader dell’Fn, Marine Le Pen, ha ottenuto un forte successo personale nella regione del Nord-Pas-de Calais-Picardie, dove ha ottenuto circa il 41 per cento dei voti, sbaragliando il candidato della destra, Xavier Bertrand (25 per cento), e il socialista Pierre de Saintignon (18,1 per cento). In Provenza - Alpi - Costa Azzurra, ha invece trionfato sua nipote, Marion Maréchal-Le Pen, con il 40,6 per cento. L’attenzione si sposta ora sul ballottaggio del 13 dicembre prossimo con il partito socialista che ha già deciso di ritirarsi da tre regioni per bloccare la strada al partito di estrema destra di Marine Le Pen. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE