Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Frenata cinese

· La crescita del prodotto interno lordo ai minimi dal 2009 ·

Cambiano le norme sugli investimenti in yuan

I segnali di rallentamento dell’economia cinese hanno ricevuto ieri la conferma definitiva: nel secondo trimestre 2012 la crescita è risultata pari al 7,6 per cento. Il dato, reso noto dall’Ufficio nazionale di statistica di Pechino, è il peggiore dal primo trimestre 2009. Su base semestrale, invece, l’incremento è stato del 7,8.
Secondo il portavoce dell’Ufficio statistico, Sheng Laiyun, tale andamento è stato «dovuto principalmente al continuo deteriorarsi della situazione internazionale, che ha ulteriormente fatto contrarre la domanda estera».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE