Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Forze irachene
puntano verso Mosul

· Dopo la riconquista di Ramadi a lungo controllata dall’Is ·

Truppe irachene a Ramadi (Reuters)

«La battaglia è vinta». Fonti del Governo iracheno confermano che la città strategica di Ramadi, fino a poche settimane fa controllata dal cosiddetto Stato islamico (Is), è ora controllata dalle truppe di Baghdad, anche se restano sacche di resistenza. Il 2016 sarà l’anno della «vittoria finale» contro i jihadisti dell’Is, ha affermato il premier iracheno, Haider Al Abadi. «Libereremo Mosul e questo sarà il colpo fatale e finale per l’Is». Stando alle ultime notizie diffuse da testimoni locali, tutti i miliziani dell’Is sono fuggiti dal compound governativo nel centro di Ramadi o sono stati uccisi. L’esercito iracheno ha annunciato la «liberazione totale» del capoluogo della provincia occidentale di Anbar che era caduto nelle mani dei jihadisti a maggio. Malgrado ciò, il capo delle operazioni militari ad Al Anbar, il generale Ismail al Mahlawi, ha affermato che i miliziani dell’Is, pur se in ripiegamento, controllano ancora parti della città.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE